【Ricetta】Pasta frolla


pastafrolla

La pasta frolla è una ricetta di base per la pasticceria. Dalle crostate ai biscotti si riveste della vostra fantasia. Ci accompagna a colazione; con le confetture e la crema pasticcera a fine pasto; come spuntino nel tardo pomeriggio. Sono tante le sue varianti ma bisogna pur iniziare con una. Ecco a voi quella con la quale ho iniziato i miei primi passi.

Tempo di cottura: 30 minuti più riposo



Pasta frolla: ingredienti (4 porzioni)

Farina 00: 250g Zucchero: 125g
Burro morbido: 100g Uovo: 1
Buccia di limone grattugiata: ½ limone Sale: 1g
Marmellata: scelta

Procedimento

Setacciamo la farina. Aggiungiamo il limone grattugiato, lo zucchero e giriamo. Ora tocca al morbido burro.

Con la parte “tagliente” della spatola frazioniamo il burro e lo mescoliamo alla farina fin quando non avremo un impasto omogeneo (sabbiatura). Capiremo che l’impasto è pronto quando, schiacciando con due dita, sentiremo che lo stesso è compatto. Apriamo a fontana e nel mezzo invitiamo l’uovo. Sbattiamo e richiamiamo al centro la sabbiatura. Quando la spatola inizia a fare resistenza passiamo il testimone alle mani. Le mani saranno pressappoco pulite quando tutti gli elementi si saranno incorporati. La avvolgiamo nella pellicola e la lasciamo riposare 2 ore in frigo.

Prima di lavorarla la lasciamo riscaldare 20 minuti a temperatura ambiente. La utilizziamo? Accendiamo il forno a 180*. Per le crostate prendiamo uno stampo imburrato e infarinato. Eliminiamo la farina in eccesso. Stendiamo la pasta tra due fogli di carta da forno (sarà più facile applicarla allo stampo). Se la pasta si attacca al foglio aiutiamola con della farina. Lo spessore ottimale della pasta, per una buona riuscita della lavorazione, deve essere di 5mm. Prendiamo l'impasto e aiutandoci con la carta da forno lo adagiamo su un piatto rivestito da un altro foglio sotto. Prendiamo lo stampo e versiamo l'impasto al suo interno. Con le mani unite rigirate (più facile farlo che leggerlo). Con il mattarello e una leggera pressione eliminiamo la pasta in eccedenza; la utilizzeremo per comporre le strisce della crostata oppure dei biscotti.
Per i biscotti stendiamo la pasta dello spessore pari a 5mm. Con degli stampi, leggermente infarinati, tagliamo la pasta e la spostiamo su una teglia rivestita con la carta da forno. Con un cucchiaino facciamo una leggera pressione adiacente al bordo del biscotto. Prepariamo così il letto della marmellata. Farciamolo. Adesso possiamo cucinare a 180*per 20 minuti. Se abbiamo preparato la crostata aspettiamo che l’impasto si sia raffreddato per lo toglierlo dallo stampo; utilizzeremo la medesima tecnica del piatto.

La pasta frolla può essere preparata fino a 3 giorni prima dell’utilizzo. La regola di lasciarla 20 minuti a temperatura ambiente vale sempre. Io per recuperare tempo, prima di stenderla, con un coltello, taglio l'impasto a fette dello spessore di circa 3 cm ; non più sottile altrimenti non si incorpora bene e sembra maculata. Si può sostituire il limone con l’arancia oppure con una busta di vanillina,dipende dal compagno di viaggio. Io ho scelto il limone per accompagnare una confettura di mele cotogne.

Buon appetito!

テキスト