Ricetta la bolognese

Indiscussa Regina della cucina italiana. Nasce a Bologna, usata come condimento per le lasagne oppure per le tagliatelle all’uovo. Ha girato il mondo a tal punto che il mondo l'ha fatta propria. Piatto con odori inconfondibili, il suo sobbollire sussurra convivialità e, di fatto, unisce la famiglia. Viene preparata con carne trita, manzo 70% e 30% maiale. Questa è la regola di base ma poi ognuno aggiunge il suo tocco. Io vi presento la base, a voi la scelta.

Tempo di cottura: 2ore e 30minuti


La bolognese: ingredienti (4 persone)

Manzo: 350g Maiale: 150g
Pomodoro passato: 300g Carota: 100g (2)
Cipolla: 100g (1) Sedano: 100g (1 cuore)
Vino rosso: 100ml (½ bicchiere) Brodo vegetale: 500ml
Rosmarino: 1g (1rametto) Olio evo: q.b.
Sale: q.b.

Svolgimento

Partiamo dalla spesa. Al momento dell’acquisto della carne possiamo scegliere di farla macinare dal macellaio oppure lasciarla intera e lavorarla noi di coltello. Io preferisco tagliarla al coltello perché mi piace; ha una notevole e piacevole consistenza rispetto alla carne macinata. Prima la taglio a fette, poi a strisce, infine a cubetti come la tartàre.
Adesso tagliamo le nostre verdure. Le laviamo e peliamo formando un battuto leggero. Scaldiamo una pentola per ⅔ minuti. Mettiamoci l’olio (20g l’equivalente di 4 cucchiaini) e accomodiamo subito la carne. Quando si sarà ben rosolata, ⅚ minuti a fuoco vivace, aggiungiamo il sale grosso (8g l’equivalente di ½ cucchiaio) e le verdure.

Iniziamo a scaldare il vino rosso. In genere i liquidi vanno sempre scaldati per non disturbare la cottura. Quando i liquidi che rilasceranno le verdure si saranno asciugati aggiungiamo il vino, attendiamo che evapori e poi versiamo la salsa di pomodoro calda.Lasciamo cucinare ⅘ minuti, al termine dei quali versiamo gradualmente il brodo caldo. Spostiamo la bolognese sul fuoco più leggero e lasciamo cucinare per 2 ore con un coperchio leggermente aperto. Non avete il coperchio? Tagliamo un foglio di carta da forno della stessa grandezza della pentola e lo foriamo al centro.

La salsa lentamente si sta riducendo trattenendo i profumi e la giusta umidità. Non lasciatela da sola. Ogni 20 minuti giriamola e con una spatola recuperiamo il pomodoro ai bordi altrimenti si brucerà. Al termine della cottura facciamo un battuto di rosmarino e, infine, regaliamo questo profumo alla Signora.

Questa è la base che può accompagnare una pasta al forno, la pasta fresca o la lasagna. Potrete aggiungere pancetta o guanciale al vostro soffritto iniziale. Compagno di una vita è il parmigiano da aggiungere quando il piatto sarà completato. Potrete congelarla ma non superate le 6 settimane per assaporarla.

Buon appetito!

テキスト